Revisione della caldaia: ogni quanto prenotarla

Chiariamo subito un punto: i controlli di routine e la revisione dei fumi non sono la stessa cosa. Si tratta infatti di servizi diversi della manutenzione e assistenza caldaie Baxi a Milano.

Il controllo dei fumi della caldaia è un’operazione prevista dalla normativa di legge. Se la caldaia supera il controllo, allora verrà certificata con il famoso Blu che garantisce il corretto funzionamento del sistema. La verifica periodica invece è diverse; non è infatti obbligatoria e ha lo scopo di prevenire guasti e malfunzionamenti dell’impianto.

Detto questo, vediamo di caprie come avere la certificazione e il famoso bollino blu in regola. Questi controlli vanno sempre richiesti a una ditta di manutenzione e assistenza caldaie Baxi a Milano autorizzata che possa rilasciare le certificazioni. La tempistica non è unica poiché dipende dal tipo di caldaia in uso per la produzione di acqua calda sanitaria.

Le caldaie con potenza inferiore ai 100 Kwatt

Il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Baxi a Milano deve controllare la produzione dei fumi della caldaia con potenza inferiore ai 100 Kwatt ogni 48 mesi, cioè ogni 2 anni.

Le caldaie con potenza maggiore ai 100 Kwatt

Quando la caldaia è molto potente e supera i 100 Kwatt, allora i controlli di fanno più frequenti. Le verifiche per il rilascio del bollino blu, infatti, sono previste ogni 12 mesi, cioè un anno.

Le caldaie a condensazione di ultima generazione

Quando si parla di caldaie di ultima generazione come quella a condensazione di classe A o superiore con sistema di termoregolazione, allora la tempistica prevista dalle legge cambia di nuovo. Questo tipo di caldaie sono più efficienti e meno inquinante dato che sono capaci di condensare i fumi generati e abbassarne la temperatura in uscita, dato che recupero il calore.

Per questa ragione, i controlli sono da fissare una volta ogni 4 anni. Anche le caldaie a  gas metano o GPL sono da controllare ogni 4 anni per il rilascio della certificazione, cioè il famoso Bollino Blu.

CONDIVIDI