Come organizzare un trasloco senza stress

Se ti stai chiedendo come organizzare il trasloco in modo da non finire stanco e stressato, segui subito i seguenti suggerimenti che ti aiutano moltissimo.

Procurati tutto quello che ti serve

Per non finire stanco e  stressato dopo il tuo trasloco, devi iniziare a procurati tutto quello che ti servirà. Se ti prendi per tempo puoi mettere in atto piccoli stratagemmi per procurati il materiale a costo zero, basta avere un po’ di tempo. Se non hai pronto nulla, ti tocca spendere un sacco di soldi per dei materiali professionali. Ti serviranno di sicuro degli scatoloni di cartone ma anche fogli di giornali vecchi, scotch, cassettine di plastica, sacchi delle immondizie e così via.

Fai ordine

Tieni presente che tutto quello che hai intorno a te dovrà esser organizzato con tutto il relativo lavoro. Questo implica che se elimini un po’ di cose, il lavoro del trasloco si riduce sensibilmente. Butta via tuto quello che non ti serve più e sta lì solo a prendere polvere. Viaggia leggere e vedrai che il tuo trasloco si semplifica moltissimo. Fai un giro in discarica e liberati di quello che non serve portare in casa nuova.

Inizia prima

Non aspettare l’ultimo minuto per iniziare a organizzare il tuo trasloco ma inizia anche molto prima della data prefissata. Se non fai nulla per mesi poi ti ritrovi con tutto il lavoro da fare negli ultimi giorni. Puoi iniziare a imballare tutti i materiali che non usi frequentemente, svuotando la libreria in corridoio, per esempio. Impacchetta anche gli indumenti della stagione invernale, inscatola i dvd e anche i servizi belli di piatti che tiri fuori solo nelle occasioni speciali. Dovrai stare un po’ con qualche scatolone tra i piedi, ma ne vale davvero la pena.

Fatti aiutare

Non riuscirai mai e poi mai a realizzare un trasloco da solo ma hai sicuramente bisogno di un aiuto, magari domanda una mano a un parente, un amico o anche un professionista del mestiere.

Per info e / o prenotazioni, vai su  www.preventiviroma.com

CONDIVIDI