Sistemi di fissaggio con rivetti: quando si usano

Esistono diverse tipologie di sistemi di fissaggio come gli inserti filettati, gli auto aggancianti e le boccole autofilettanti. Si possono utilizzare anche i famosi rivetti, ma quando esattamente? I diversi sistemi non possono esser utilizzati a caso poiché si usano in precise situazioni. Non si ottiene il medesimo risultato se si usa un auto agganciante al posto di un rivetto, per esempio.

Per capire meglio quali sono le casistiche in cui è meglio usare un rivetto, basta seguire questa mini guida che fa un’utile approfondimento sul tema. Chi desidera avere ulteriori informazioni applicative sui rivetti, basta che continua a leggere i paragrafi che seguono.

Che cos’è un rivetto

I rivetti sono degli elementi utili per il fissaggio. Alcuni possono averlo sentito chiamare anche ribattino, è un sinonimo infatti. Si usa un rivetto tute le volte che bisogna unire due parti e non si può ricorre alla tecnica della saldatura. Il rivetto, a differenza di altri sistemi come viti e bulloni, non è smontabile perciò assicura un fissaggio saldo, forte e duraturo. L’accoppiamento tra le due parti diventa definitivo; l’unico modo per slegare le due parti è distruggere il rivetto utilizzando un classico trapano.

Prima di essere sistemato in sede, il rivetto si presenta come un cilindro metallico con una testa in cima. Si inserisce la testa del rivetto in un foro, praticato con un macchinario o anche con il trapano, e poi la rivettatrice deforma la parte senza testa del rivetto per formare una cosiddetta controtesta.

A strappo

Esistono diversi tipi di rivetti per provvedere al fissaggio di due parti. Per iniziare, i rivetti a strappo, detti anche ciechi, si utilizzano nel mento in  cui non si ha accesso per realizzare la controtesta. In questo particolare caso, il cilindro del rivetto è cavo al suo interno e contiene una spina. La rivettatrice strappa al spina e ne deforma la fine per garantire un fissaggio saldo. Le rivettatrici più pratiche in assoluto sono quelle che hanno il serbatoio interno che ha lo scopo di immagazzinare la parte tranciata del rivetto senza che finisca in terra in mezzo ai piedi.

CONDIVIDI