Birdwatching sul delta del Po: un’occasione unica per innamorarsi della fauna volatile

A chi voglia fare birdwatching delta del Po, zone limitrofe e soprattutto il parco e la riserva naturale istituiti per preservare la foce del fiume e la sua flora e fauna riservano molte sorprese. Di stagione in stagione, infatti, diverse specie di volatili scelgono questa area tanto per nidificare, quanto come luogo di passaggio durante le migrazioni: per gli appassionati questo significa avere appuntamenti fissi (e imperdibili!) con le specie che amano osservare e la possibilità di organizzare “sessioni” di birdwatching a cadenza fissa. Che dire, invece, di chi non conosca bene la zona ma voglia comunque osservare il passaggio dei volatili?

Tutto quello che c’è da sapere sul birdwatching sul delta del Po

Osservare la fauna del Delta del Po è proprio una delle attività che vengono proposte ai turisti che arrivano in zona e sono alla ricerca di un percorso naturalistico. Ci sono tanti percorsi organizzati e, forse, la più importante regola d’oro per chi voglia fare birdwatching sul Delta del Po per la prima volta è proprio andare accompagnati. Non c’è niente di pericoloso, infatti, o almeno non per la persona, ma i più inesperti potrebbero spaventare i volatili o mettere a rischio la loro incolumità anche con gesti che all’apparenza sembrano innocui. Solo una guida che conosca bene l’area saprà suggerire insomma la posizione, la distanza giusta da cui osservare la fauna che vive sulla foce del Po “a impatto zero” e potendo godere di uno spettacolo senza pari. L’alternativa è informarsi prima e dettagliatamente: non andrebbe dimenticato, infatti, che nella zona vivono e nidificano una grande varietà di specie e, ancora, che ci sono periodi migliori di altri per l’osservazione della fauna volatile. Sono tutte informazioni, comunque, che si trovano facilmente e che possono rendere ottimale la propria esperienza, specie se si ha intenzione di fare birdwatching con i bambini: in questo caso è necessario, infatti, calcolare bene i tempi e provare a incastrare la “seduta” tra una serie di attività più a portata di piccoli e che non rischino di annoiarli; proprio per questa ragione esistono per altro percorsi ad hoc e con attività pedagogico-educative che provano a farli innamorare degli uccelli.

CONDIVIDI