Bicicletta elettrica: ecco tutti i consigli per sceglierne una con sicurezza

Il mercato delle biciclette elettriche è stato, negli ultimi anni, protagonista di un’espansione piuttosto notevole. Queste biciclette, un tempo, appannaggio di poche persone, sono, infatti, divenute sempre più comuni, fino a far raggiungere dei nuovi record di vendita.

A rendere le bici elettriche così amate da sempre più persone sono la loro funzionalità e la loro versatilità. Infatti, come molti sanno, la punta di diamante della bici elettrica è la pedalata assistita, che permette a tutti di non faticare troppo mentre si macinano chilometri. Un altro motivo per cui queste bici sono preferite da molti, però, è l’esistenza di bici elettriche destinate a diversi scopi: ci sono quelle da trekking, quelle ibride, quelle da città e le mountain bike. La presenza di questi differenti modelli permette a tutti di comprare la bici più adatta per sé. Vediamo, quindi,  quale bicicletta elettrica scegliere .

Per cosa useremo la bici elettrica?

Prima di acquistare la bici elettrica, è opportuno chiedersi quando si ha intenzione di usarla. A seconda che si scelga di usarla per passeggiare in città, pedalare su terreni accidentati o su sentieri irti, occorre utilizzare un modello differente.

Ricordiamo, per esempio, che le per lunghe distanze, sono adatte le bici da trekking, che offrono una seduta comoda e un’unità di pedali compatta e stabile. Per passeggiare in città, invece, l’ideale sono le city bike elettriche, che offrono comodità e sono perfette per destreggiarsi nel traffico; tuttavia, sono corredate di una seduta adatta a distanza brevi o medie, non lunghe. Al contrario, coloro che amano le trasferte in montagne e vogliono percorrere sentieri in salita e in mezzo ai boschi farebbero bene a rivolgersi alle mountain bike elettriche; queste sono corredate di moderne tecnologie, sospensioni attutite e consentono una seduta comoda anche mentre si attraversano strade impervie.

Infine, per gli sportivi, sono consigliate le bici elettriche ibride. Dispongono di una seduta allungata e comoda per distanze medie e lunghe e di ruote da 28” che consentono di attraversare senza difficoltà strade asfaltate e terreni accidentati.

Scegliere una bici elettrica: attenzione al motore

Per scegliere una bici elettrica, si può considerare anche la posizione del motore, essa, infatti, offre sia vantaggi che svantaggi.

Un motore anteriore, per esempio, benché più economico degli altri, non si adatta alla percorrenza di strade scivolose poiché il suo posizionamento rende più facile alla ruota girarsi. Al contrario, un motore posteriore sposta il centro di gravità del mezzo e rende difficile muovere la ruota posteriore, tuttavia, è meno rumoroso degli altri e recupera molta energia dal mezzo.

A metà strada tra le due alternative, si colloca il motore intermedio. Questo gode di una buona distribuzione del peso sul mezzo, comporta una sensazione simile a quella di guida di una bici tradizionale, presenta un minor bisogno di manutenzione ed è perfetto per la guida sportiva. Nonostante questi vantaggi, però, apporta alcuni svantaggi come il prezzo elevato e il carico più pesante su ruote, catena, cambio e corona.

CONDIVIDI