Un interessante approfondimento sul dosaggio dell’acido ellagico

Cos’è l’acido ellagico e quali sono i suoi benefici per il nostro organismo? La medicina lo descrive come uno dei migliori antiossidanti naturali in circolazione. A proposito di antiossidanti naturali, si può integrare l’acido ellagico nel nostro organismo mediante frutta e verdura. Principalmente, le sue proprietà sono antiossidanti e antiproliferative. Gli effetti benefici sulla salute sono stati studiati da numerosi scienziati in laboratorio: i modelli in vitro hanno mostrato come l’antiossidante naturale sia estremamente prezioso per ridurre lo stress ossidativo.

Purtroppo, negli anni, è stato al centro di diverse controversie, dato che in America era stato commercializzato come “cura per il cancro”; in realtà, è ancora attualmente in corso lo studio per dimostrare i suoi benefici come agente anticancro. Ad oggi, è il protagonista di numerosi studi comprovati: in particolare, sembra che sia alleato della linea, in quanto aiuta ad attenuare il tessuto adiposo. Positivi sono anche i suoi effetti contro la sindrome metabolica.

Entrando nello specifico, uno dei grandi protagonisti della tavola che aiuta ad integrare l’acido ellagico è il melograno: uno studio condotto sulla linea cellulare 3T3-L1 ha mostrato gli effetti benefici dell’estratto di questo frutto, che mediamente contiene 10–100 µg/mL di acido ellagico. Va a ridurre il rilascio della resistina, la molecola responsabile della sensibilità insulinica.

Dosaggio

Dove troviamo questo antiossidante naturale tra gli alimenti da portare in tavola? Uno dei frutti migliori è indubbiamente, come già detto, il melograno: dalle origini persiche, un frutto antichissimo i cui studi nel corso degli anni hanno dimostrato numerosi benefici per il corpo umano. Il succo di melograno, in particolare, è un concentrato di acido ellagico, poiché offre un elevato apporto di antocianine. È anche ricco di ferro e di amminoacidi. L’apporto di acido ellagico, circa 870 mg al giorno, offre proprietà antiossidanti, antinfiammatori e antibatterici.

Sul mercato troviamo disponibili anche degli integratori di acido ellagico a base di melograno: solitamente l’antiossidante è presente al 40%. La posologia degli integratori varia in base al prodotto e per questo motivo è importante leggere le etichette e consultarsi con il proprio medico di base prima di assumerlo. Ognuno di noi è diverso e può aver bisogno di un dosaggio differente. In ogni caso, il dosaggio medio consigliato è di una capsula al giorno. Il melograno, tuttavia, è un vero e proprio integratore naturale. Ma non è l’unico, ce ne sono molti, tutti con ottime capacità e in grado di prevenire malattie.

Se vuoi saperne di più, leggi il nostro articolo dal titolo Classifica migliori integratori difese immunitarie.

È possibile in ogni caso preparare il succo di melograno in casa: basterà semplicemente versare i chicchi del frutto in un mix a impulsi per ottenere una bevanda fresca e dissetante, ma soprattutto nutriente. Un bicchiere di succo di melograno al giorno ci permetterà di fare il pieno di acido ellagico.

CONDIVIDI